Our comics on:

Italiano English

venerdì, dicembre 29, 2006

Una serata speciale

Qualche giorno fa, come sanno tutti quelli che ci conoscono, si è svolta una serata di danza per ricordare il nostro preziosissimo Alessandro e per raccogliere fondi in favore della Fondazione per la lotta al neuroblastoma. I Fondi raccolti verranno destinati alle attvità specifiche della Fondazione, che si occupa di sostenere la ricerca per la lotta a questa terribile malattia, prima causa di morte in età prescolare. Per chi ne vuole sapere di più, questo è il sito.




La serata è stata organizzata dalla School of Dancing Spring, di Ellera di Corciano, alla periferia di Perugia, e si è svolta presso il centro ricreativo l'Arca.
Alla serata ha partecipato il Dott. Alberto Garaventa, un oncologo pediatra di fama che lavora presso l'Istituto Giannina Gaslini di Genova.
La serata per noi di Comicomix è davvero speciale, perchè ci coinvolge moltissimo da tutti i punti di vista. Infatti, le nostre Jolly (Alice) e Nin@ (Anna) sono delle allieve di questa scuola e hanno partecipato alla serata anche in veste di ballerine. Le foto sono state scattate da Rosi (Eros), stavolta alle prese con un'altra arte..visiva.
Che dire? Innanzitutto che c'era davvero tanta gente, che è venuta a vedere lo spettacolo, che ha dimostrato tutto il suo entusiasmo per lo stesso, con applausi, urla, incoraggiamenti ecc...Intravedere, accecate dalla luce dei fari, tanta gente in sala che sorride ed applaude è sempre una grande emozione, e quando la causa è quella di questa serata, il cuore batte molto più forte.
Poi, che è stata una serata emozionante, anche per le parole, semplici ma forti, che il presentatore, il bravissimo Nicola, e il Dott. Garaventa hanno trasmesso a tutti noi, quelli che erano in sala e quelli che erano sul palco.
L'emozione più forte, ovviamente, l'hanno data i ballerini della scuola, ballando. Vederli volteggiare, sorridendo, in belle coreografie, facendo cogliere a quelli di noi che erano in sala l'impegno, la passione e la gioia di vivere che li anima, è stato qualcosa che, davvero, non si può trasmettere a chi non era lì.
Per noi di Comicomix, c'era anche un'emozione in più...sapere che tanti di quelli che ci leggono, anche se non presenti fisicamente, erano lì, con noi, con il pensiero, e ce lo hanno dimostrato inviandoci mail, commenti, ecc.. è stato bellissimo, perchè anche se non li potevamo vedere fisicamente sapevamo che erano lì con noi a fare il tifo e a sostenerci...
Ancora un po' stupiti da quest'emozione, vogliamo condividere con tutti voi, amici vicinissimi, vicini, lontani e lontanissimi la bella serata vissuta, che ha toccato un momento particolare quando Daniele e Michele Pellegrini, due amici, due ex allievi della scuola che la loro capacità ed impegno ha portato a Londra, al Central School of Ballet, ci hanno regalato, sul finale, una straordinaria coreografia che è andata dal classico alla brekdance, all'hip hop, al moderno, dal registro comico a quello melanconico, insomma una "chicca" preparata da loro in onore di Alessandro, usando molte delle canzoni che lui adorava ascoltare.

Quanto batteva forte, a tutti, il cuore!

Vogliamo, in conclusione, ringraziare un po' di persone:
Francesca e Maria Luisa Primavera, le insegnanti e titolari della scuola, per la grande passione e impegno che ci regalano ogni giorno, organizzando spettacoli, ed essendo, oltre che maestre di danza, anche di vita.
Tutti i ragazzi e le ragazze che hanno ballato, per l'affetto che ci hanno dimostrato come persone e per la loro bravura come ballerini.
Tutti coloro, tantissimi, che sono venuti, ad esprimerci il loro affetto e anche la solidarietà per quello che ci è successo...
Tutti quelli che non c'erano ma erano lì con noi lo stesso, e li abbiamo fisicamente sentiti con noi, credeteci.
I medici, le infermiere, gli ausiliari dell'Istituto Gaslini di Genova, che sono degli italiani di cui dobbiamo andare davvero orgogliosi.

Abbamo raccolto un bel po' di soldini...se qualcuno è interessato a sapere quanto, può leggere qui.

Ma...i soldi sono importanti, ma non sono tutto, neanche in questo campo.

Non sentirsi soli in questa lotta è il più bel regalo che tutti voi, amici vicini e/o "lontani" ci fate...

Grazie con tutto il nostro cuore
Alice, Anna, Eros, Christian, Mister X.
Un abbraccio da papà Carlo e mamma Cinzia
Un saluto ad Alessandro, dovunque sia....con amore.

mercoledì, dicembre 13, 2006

Quando fa freddo cosa c'è di meglio di una coperta?

Allora...Intanto mi scuso con voi che ci seguite perchè è una vita che non scrivo sul blog, ma tra l'università e altri cavoli ho avuto veramente un sacco da fare...
Ora però voglio dirvi di fare una cosa: andate su Google o qualunque altro motore e
digitate Blankets. Cosa viene fuori? Ve lo dico io. COPERTE. Coperte di tutti i tipi, ma soprattutto quelle bellissime opere d'arte fatte di tante stoffe diverse cucite insieme a mano. Blankets è il titolo di uno dei fumetti più belli che io abbia mai letto. E la coperta in questione è la non-protagonista più bella di tutti i tempi. La blankets è il regalo che Raina fa a Craig, cucendo insieme pezzi delle sue vecchie coperte, pezzi della sua vita. Come avrete intuito, Blankets è una storia d'amore. Ma non è proprio solo questo: è la storia del Primo Amore, di due ragazzi di 17 anni, un po' strani, lui con la passione per i fumetti, lei per le poesie, due "emarginati" che si incontrano e si innamorano...Non una scena spinta, non una scena superflua e neanche una scena sdolcinata. In questo bellissimo fumetto di Craig Thompson c'è solo la poesia del primo amore, che ti fa stare sotto la neve senza curarsi del freddo, che ti fa fare un dipinto sul muro della tua stanza, che ti fa parlare e parlare e parlare fino alle due del mattino... Il Primo Amore che dà i brividi...E' un fumetto molto vero, dove alla storia principale si aggiungono tanti flashback dell'infanzia di questo giovanissimo autore che con i suoi disegni magri e un po' inquietanti, pieni di grovigli di linee, strani come può essere l'anima di un adolescente, ci porta nel mondo pieno di poesia e di spensieratezza dei 17 anni...
Allora, in conclusione, vi dò un consiglio: se siete innamorati, se lo siete stati, se vi ricordate bene il vostro Primo Amore, se non ve lo ricordate affatto, ma soprattutto se pensate che solo quando si è grandi e maturi si possono provare emozioni vere e che solo l'esperienza degli adulti merita di essere raccontata, leggetevi questo fumetto. Potreste scoprire che la magia non ha età.
"I nostri diari non diranno mai niente
alla gente che non vive i nostri attimi
che non piange per le nostre amarezze
ma chi proverà a guardare in fondo ad ogni pagina
troverà scritto: adolescente"
Buona giornata

JollyViola

domenica, dicembre 10, 2006

Gli ostacoli del cuore

C'è un principio di magia
Fra gli ostacoli del cuore
Che si attacca volentieri
Fra una sera che non muore
E una notte da scartare
Come un pacco di natale

C'è un principio d'ironia
Nel tenere coccolati
I pensieri più segreti
E trovarli già svelati
E a parlare ero io
Sono io che li ho prestati

Quante cose che non sai di me
Quante cose che non puoi sapere
Quante cose da portare nel viaggio insieme

C'è un principio di allegria
Fra gli ostacoli del cuore
Che mi voglio meritare
Anche mentre guardo il mare
Mentre lascio naufragare
Un ridicolo pensiero

Quante cose che non sai di me
Quante cose che non puoi sapere
Quante cose da portare nel viaggio insieme
Quante cose che non sai di me
Quante cose devi meritare
Quante cose da buttare nel viaggio insieme

C'è un principio di energia
Che mi spinge a dondolare
Fra il mio dire ed il mio fare
E sentire fa rumore
Fa rumore camminare
Fra gli ostacoli del cuore

Quante cose che non sai di me
Quante cose che non puoi sapere
Quante cose da portare nel viaggio insieme
Quante cose che non sai di me
Quante cose che non vuoi sapere
Quante cose da buttare nel viaggio insieme


Questa canzone di Ligabue, cantata da Elisa e dallo stesso Ligabue, sta spopolando in questo periodo nelle radio italiane. E' una canzone bellissima. Non tutto quello che ha scritto e cantato Liga ci piace, ma questa canzone è davvero "speciale". Noi l'abbiamo letta. Lentamente. E' una di quelle canzoni che restano nella memoria, al di là della musica. in un mondo in cui c'é molto amore gridato e di plastica, c'é bisogno di riportare questo meraviglioso sentimento alla sua essenza, alle radici del cuore delle donne e degli uomini. A volte, ci si riesce, con un pensiero, un disegno, un gesto. O con una canzone. Barvi Ligabue ed Elisa. Grazie.
Buon tutto!
Nin@ e Mister X
P.s. se volete saperne di più su questa canzone, andate a questo link

Link