Our comics on:

Italiano English

giovedì, settembre 07, 2006

Avrei voluto Mafalda come compagna di banco...

Sì, avrei voluto proprio lei per compagna di banco, a scuola...o anche come vicina di casa. E si potrebbe chiedere perchè, visto che la bambina in questione ha una predisposizione naturale nel far sentire gli altri frivoli e consumisti, non gioca con le bambole, parla come un'adulta e spesso rimbecca anche mamma e papà...Non ha peli sulla lingua Mafalda. E forse è per questo che l'avrei adorata (magari anche perchè un po' come carattere mi assomiglia...), così come adoro le strisce di Joaquin Salvador Lavado (detto Quino) di cui è protagonista. Ma non è solo questa bambina dispettosa e intelligente che mi affascina; adoro tutto il mondo che ruota intorno a Mafalda, i suoi genitori che critica con ampia severità, gli insegnanti, l'inseparabile mappamondo e, d'obbligo, gli amici. Come non adorare Felipe, che si angoscia per il primo giorno di scuola? Come non ridere di Susanita e Manolito che si insultano a vicenda ("Sai cosa sei Susanita, eh? Sei una PASTERNAK!!") ? Come non adorare il piccolo Nando, che fa fare figuracce memorabili ai genitori? O l'egocentrico Miguelito? O Libertà (piccolissima...Una delle tante raffinatezze di Messer Quino) ? Questi meravigliosi bambini sono pieni di ribellione, pieni di voglia di cambiare, ed è questa la loro peculiarità più affascinante...Sono il futuro che si preoccupa per il futuro, a volte giocando perchè in fondo sono bambini (purtroppo questo mondo malato non si guarisce solo avvolgendolo di bende, Mafaldita...), a volte regalandoci battute così aspre da far impallidire il 70enne più cinico e indurito, a volte con chicche così dolci da commuoverci...Questi meravigliosi bambini sono pieni di speranza. Grazie a Quino, maestro di fumetto e insegnante di vita, per averci regalato Mafalda...E speriamo che il mondo ce ne regali (in carne ed ossa) sempre di più.
Buona giornata

JollyViola

1 Comments:

Anonymous Anonimo said...

bello...è un po' che non ci si vede eh?

08 settembre, 2006 18:45  

Posta un commento

<< Home