Our comics on:

Italiano English

lunedì, luglio 17, 2006

Parliamo un po' di libri...

Estate...Vacanze...per me vogliono dire inevitabilmente TEMPO LIBERO(che non ho mai durante l'inverno)...E tempo libero significa avere finalmente tempo per leggere!!! Vediamo...be',farò così: vi intratterrò piacevolmente con la mia Top 3 dei libri letti (che sono tanti...Fidatevi!)! Allora comincio dall'ultima posizione...
Al terzo posto tra i libri che ho letto metto "Veronika decide di morire" di Paulo Coelho...Un libro piuttosto forte, dove l'autore mette parte della sua esperienza (in manicomio) per parlare della pazzia. Pazzia che, almeno questo è quello che ho capito dal libro e che credo fermamente, non esiste. Pazzo è solo chi vede le cose diversamente da noi...e non ha senso imporre la propria visione del mondo alla gente...il mondo è molto più bello pieno di persone fuori dagli schemi. Quasi cult la frase: "Siate folli e comportatevi come persone normali", così come la storia della fonte e del re.
Al secondo posto io metto un libro che rileggo quasi una volta al mese (ora che ci penso...E' ora di riprenderlo!), della bravissima Marcela Serrano: Antigua,vita mia. Un libro che parla delle donne come nessuno sa fare...Forse perchè mi riconosco nella "protagonista" Violeta, forse perchè parla in un linguaggio semplice, forse oerchè è pieno,pienissimo di citazioni, è un libro che tocca il cuore...E' un libro che scava nei sentimenti e analizza il rapporto uomo-donna e donna-donna... Rapporti complessi e pieni di contraddizioni, e forse per questo così vivi...La frase più bella è nel libro anche se non è dell'autrice, è una frase di Adrienne Rich: "My life is a page ripped out of an holy book, and part of the first line is missing" (la mia vita è una pagina strappata a un libro sacro,e parte della prima riga è andata perduta)...
E infine, ecco il primo posto, il libro che adoro, che potrei leggere ogni momento e che trov
o il più bello mai scritto: "Oceano mare" di Alessandro Baricco...Io amo il mare, penso che sia doveroso precisarlo...Ma penso che questo libro sia così leggero, così impalpabile, che lascia una volta finito un senso di serenità che non può non stupire... Il personaggio migliore? Plasson il pittore...Che dipinge tele bianche, poichè per disegnare il mare usa il mare. Perchè il mare è una cosa così infinita,che ti dà così tanta emozione quando lo guardi, quando lo senti, che puoi descriverlo e parlarne solo con lo stesso mare...La parte più bella? Indubbiamente quella centrale: "La prima cosa è il mio nome, la seconda quegli occhi, la terza un pensiero, la quarta la notte che viene, la quinta quei corpi straziati, la sesta è fame, la settima orrore, l'ottava i fantasmi della follia, la nona è carne e la decima è un uomo che mi guarda e non mi uccide. L'ultima è una vela. Bianca. All'orizzonte. "
Ciao a tutti!

JollyViola

PS:Aspetto le vostre opinioni sui libri da me citati e no...! :-)